Strategie Digitali

SEO per Shopify: come far crescere il tuo e-commerce

Shopify è la soluzione adatta a chi vuole avviare un e-commerce e vendere online velocemente senza avere necessariamente tante conoscenze tecniche. Per incrementare traffico organico, contatti e vendite bisogna però ottimizzare il proprio store. Ecco allora una guida completa per fare Shopify SEO, con consigli e suggerimenti per sfruttare tutte le potenzialità della piattaforma.

Che cos’è Shopify

Tutto è nato nel 2004 dalla necessità di Tobias Lütke, programmatore tedesco trasferitosi in Canada, di vendere prodotti per snowboard. Nessuna piattaforma di e-commerce riusciva a soddisfare le esigenze di Lütke che decise così di crearne una tutta sua. Nel 2006 nasceva così Shopify, piattaforma che aiuta a gestire siti e-commerce che oggi gestisce quasi un milione di negozi in tutto il mondo.

Fornisce strumenti per la creazione del sito, per registrare il dominio e per vendere prodotti e servizi. È a pagamento e offre prezzi a partire da 29 fino a 299 euro al mese.

Il venditore non avrà così bisogno di un sito esterno per vendere (E-Bay o Amazon) perché potrà realizzare velocemente il proprio negozio online. Per farsi trovare dagli utenti e potenziali clienti, dovrà però saper fare SEO per Shopify.

I vantaggi

Shopify permette di creare negozi e-commerce molto velocemente anche a chi non ha tutte le competenze tecniche necessarie, con abbonamenti diversi a seconda delle esigenze del venditore. Tra le funzioni più importanti:

· caricamento semplificato di schede prodotto;

· pagamenti online con carte;

· design del negozio personalizzabile con temi gratuiti e a pagamento;

· corsi di formazione online.

Uno strumento efficace per iniziare a vendere online velocemente concentrandosi solo sugli aspetti di marketing e meno su quelli tecnici.

Come funziona Shopify

Il CMS (Content Management System) di Shopify ha un’interfaccia molto intuitiva: costruire landing pages, inserire dettagli di prodotti e blog post è molto semplice.

Con Shopify page editor si può inserire la formattazione di base e fare modifiche in HTML, quindi si possono inserire intestazioni, tabelle, foto e video. La sezione anteprima genera automaticamente title e description in base al contenuto inserito nella sezione dettagli, che comunque possono essere corretti e rivisti manualmente includendo le keyword strategiche per il tuo business.

Shopify permette di collegare il proprio dominio di secondo livello: da tenere presente che un dominio personalizzato richiede un abbonamento mensile che si aggiunge al piano Shopify mensile. Chi non vuole personalizzarlo avrà un URL del tipo: nomedelsito.myshopify.com. Ovviamente la personalizzazione, oltre a trasmettere all’utente una professionalità maggiore, aumenta notevolmente le possibilità di posizionamento per il nome dell’attività. Per poter incrementare traffico e visite, il sito Shopify deve però essere ottimizzato al di là delle best practice.

SEO Shopify: come ottimizzare il tuo e-commerce

Per un e-commerce la costruzione di un blog efficace, veloce e di facile navigazione è una condizione di fondamentale importanza; se il caricamento di una pagina supera i 3 secondo, le probabilità che l’utente abbandoni sono altissime.

Per poter arrivare a soddisfare le richieste degli utenti e a rispondere efficacemente alle loro domande occorre mettere in atto una serie di azioni precise.

Il keyword mapping

Il keyword mapping permette di fare un’analisi dei bisogni dell’utente, che cosa cerca in rete, quali le sue esigenze, andando quindi a identificare quali contenuti scrivere, come organizzare l’architettura informativa del sito, quali categorie di prodotto creare.

Nel processo decisionale del cliente esistono vari momenti mappati dai micro-moment. Momenti duranti i quali l’utente vede nel motore di ricerca un alleato nella risoluzione dei suoi problemi.

I principali sono 4, per i quali l’utente interroga la rete per:

  • I-want-to-know: chiedere informazioni generali su prodotti, servizi e altro;
  • I-want-to-go: chiedere informazioni per raggiungere un luogo, un locale o un negozio fisico;
  • I-want-to-do: chiedere informazioni per fare un’azione specifica;
  • I-want-to-buy: chiedere informazioni per acquistare biglietti, prodotti, etc.).

Per un e-commerce è fondamentale essere presenti studiando azioni specifiche per ognuno di essi:

  • articoli del blog che illustrino all’utente quello di cui ha bisogno- I-want-to-know;
  • pagine prodotto per aiutare all’acquisto – I want-to-buy;
  • localizzazione di uno store fisico nel caso ne esista uno – I want-to-go;
  • articoli del blog che spiegano come utilizzare i prodotti – I-want-to-do.

Il sito potrà essere così costruito in ottica SEO con contenuti di qualità che possano rispondere alle richieste di clienti e potenziali clienti.

Il keyword mapping aiuterà inoltre a sviluppare una tassonomia di classificazione dei prodotti sempre in linea con le ricerche degli utenti.

Ottimizzazione immagini e meta tag

Fondamentale ottimizzare tutti gli elementi della pagina HTML: il nome prodotto con un title perfetto, seguito da una description esaustiva e una formattazione del testo con gli Heading Tag necessari.

Un e-commerce generalmente ha molte foto e anche queste vanno ottimizzate: a volte la dimensione del file immagine causa tempi di caricamento della pagina molto lunghi, fondamentale quindi fare un check e selezionare un formato appropriato. Shopify offre una sitemap per immagini ma include solo un’immagine per prodotto e non permette metadati aggiuntivi.

Shopify ha anche molte app SEO, come SEO Image Optimizer oppure SEO Booster e SEO Marketing che offrono servizi SEO di base e altre che permettono di aggiungere recensioni ai prodotti.

L’importanza delle schede prodotto e come ottimizzarle

Dalla scheda prodotto dipende molto dell’azione finale del cliente, ossia l’acquisto. Avere delle schede chiare, con pagine che caricano velocemente, foto nitide e descrizioni esaustive, significa mettere il cliente nelle migliori condizioni per farlo.

Una scheda prodotto esaustiva deve contenere:

· un titolo esaustivo e accattivante;

· una breve descrizione;

· contenuti che diano tutte le informazioni necessarie sul prodotto (dettagli su taglie, colore, etc.);

· elementi multimediali (foto e video);

· Scheda tecnica;

· informazioni chiare su modalità e tempi di spedizione, recensioni;

· indicazione chiara del percorso per l’acquisto.

Per riuscire a crescere sulle keyword competitive, per far crescere in autorevolezza il proprio sito, è opportuno attuare anche strategie di link building. Per fare questo possono essere preparati per esempio contenuti di qualità ottimizzati programmandone la pubblicazione, oppure si possono chiedere recensioni da parte di blogger di settore.

Ma per l’ottimizzazione SEO di un negozio online è importante creare anche link tra prodotti, collegando per esempio, nuovi arrivi con le promozioni. In questo modo si genera traffico e si aumenta la permanenza dell’utente nel sito, migliorando la propria visibilità sui motori di ricerca.

Scegliere un tema performante

Particolare attenzione va posta nella scelta del tema: Shopify ne mette a disposizione diversi ma bisogna fare attenzione che questi non intralcino con la velocità di caricamento. Sempre nell’ottica di un sito ottimizzato e performante, bisogna valutare la funzionalità del tema scelto, se le qualità grafiche e tecniche rispondono alla nostra necessità. Queste le azioni consigliate:

· controllare la documentazione ufficiale e le recensioni;

· testare le performance del tema con Google Pagespeed Insight;

· la compatibilità con diversi device;

· implementare il tema Shopify con dati strutturati;

· controllare la qualità del codice HTML.

SEO Shopify multilingua

Un e-commerce con ambizioni internazionali deve essere multilingue; per fare questo è importante fare subito una configurazione corretta. Shopify offre soluzioni diverse a seconda delle necessità.

Nel caso ci sia bisogno di vendere con valute diverse e quindi di avere cataloghi e prezzi diversi, Shopify offre la possibilità di creare un dominio per ogni lingua. È la soluzione più costosa che non permette di legare gli store e non ha la corrispondenza tra le pagine di lingue diverse e lo switcher di lingua. Però si tratta dell’unica soluzione in grado di farvi gestire multicataloghi e multivalute.

Se invece si dovesse trattare di stessi prezzi e prodotti (vedi ad esempio il mercato UE), Shopify mette a disposizione l’app Langify. Questa soluzione rispetta la corrispondenza simmetrica tra le pagine in lingue diverse con hreflang implementati automaticamente. È economica ma ha qualche limite perché non solo non permette di gestire cataloghi diversi, ma neanche di controllare la sitemap e tradurre gli handle delle URL.

Come velocizzare Shopify

Secondo una ricerca fatta da Google riguardante il tempo di caricamento di una pagina web e le probabilità di abbandono, è emersa chiaramente la proporzionalità diretta tra i due fattori. Questi i numeri:

· da 1 a 3 secondi: 32%

· da 1 a 5 secondi: 90%

· da 1 a 6 secondi: 106%

· da 1 a 10 secondi: 123%.

Emerge chiaro che il sito di e-commerce deve essere performante e veloce. Come fare per analizzare la velocità di caricamento?

Usando tool specifici.

· PageSpeed Insight è un tool che rileva le criticità sia per mobile che per desktop come l’ottimizzazione delle immagini, redirects di landing page, minify CSS e JavaScript.

· Molto utile per analizzare facilità e velocità di navigazione per mobile anche Test My Site di Google.

· GTmetrix è un tool gratuito che analizza le performance in termini di velocità di una pagina dando suggerimenti utili per risolvere le criticità.

Per velocizzare il sito e renderlo utilizzabile da mobile, Shopify genera anche pagine AMP (Accelerated Mobile Pages) grazie alle app FireAMP e RocketAMP. Entrambe le app sull’App Store di Shopify hanno una valutazione di oltre quattro stelle e migliorano la velocità di caricamento di una pagina su mobile.

###

SEO per Shopify: superare i limiti

I motori di ricerca eseguono una scansione dei siti web analizzando il codice e le URL delle pagine; tutte le informazioni vengono aggiunte all’indice del motore di ricerca per essere classificate e pubblicate come risultato quando l’utente effettua una ricerca pertinente al contenuto di una pagina specifica. La SEO si occupa dell’ottimizzazione necessaria a facilitare questa ricerca andando a intervenire su diversi punti.

Se da un lato Shopify offre gli strumenti necessari per organizzare un sito di e-commerce e di iniziare a vendere online molto velocemente, dall’altro bisogna sempre ricordare che alcune impostazioni possono risultare rigide.

Se decidi di sperimentare le possibilità che la SEO per Shopify offre e incrementare le tue vendite online, scopri le possibilità che il team di ByTek può offrirti per far decollare il tuo e-commerce.

Per tracciare un piano di azione strutturato, partiamo sempre con una SEO strategy, un’analisi completa delle web performance del cliente e dei suoi competitor disegnando una roadmap operativa. Quindi proseguiamo con un SEO Audit, un’analisi tecnica delle performance del sito che aiuti a superare qualsiasi gap. Pianifichiamo le attività valutandone il ROI e assistiamo i nostri clienti sia dal punto di vista tecnico che strategico, fornendo supporto sui contenuti e sulle opportunità offerte dai motori di ricerca.

Chiedi un preventivo SEO gratuito, saremo lieti di rispondere a tutte le tue richieste.

Condividi questa pagina


SEO per Shopify: come far crescere il tuo e-commerce

paola alunni | 27 July 2020

News

Potrebbe interessarti anche

Siamo parte del gruppo

Datrix SPA
Insieme a

Innova insieme a noi

Condividi con noi i tuoi obiettivi e scopri come possiamo crescere insieme

© 2020 ByTek SRL - P. IVA: 13056731006 - REA: MI - 2562796 - Privacy Policy - Cookie Policy