Search Marketing

Gli errori più comuni della SEO

Vi siete mai domandati come mai alcuni siti abbiano un traffico organico molto elevato ed altri meno? O perché alcuni di questi risultino così facilmente individuabili nel magico mondo di Google ed altri, invece, si nascondano accuratamente dopo la seconda pagina? Si chiama ottimizzazione, un’attività della quale vantiamo una certa expertise in ByTek. Volete sapere quali siano gli errori più comuni, quelli che sconsigliamo caldamente di fare? Li trovate qui di seguito, un vademecum per tutti i SEO poco specialist, ma con tanta buona volontà e voglia di mettersi in gioco.

Le nostre raccomandazioni

Come prima raccomandazione, vi invitiamo a non nascondervi mai. Un dato mostrato è un dato onesto e** l’onestà paga sempre**. Un po’ come quando prendevate un brutto voto a scuola, ecco, ora c’è il registro elettronico. Che tradotto, significa Google Analytics. I dati non mentono, non fatelo neanche voi.

Il secondo consiglio è quello di non smettere mai di cercare. Informazioni, aggiornamenti, perché nel mondo dell’ottimizzazione dei motori di ricerca i metodi che hanno “sempre funzionato”, possono gradualmente diventare meno efficaci, a volte obsoleti. Algoritmi e indicizzazione sono in continua evoluzione, siatelo anche voi.

Terzo consiglio: non dimenticatevi delle immagini. Ottimizzarle può essere fondamentale per il vostro sito, non dimenticate il nome del file dell’immagine e l’attributo alt. Questi devono essere coerenti con quanto raffigurato, ripetere la stessa keyword più volte anziché cercare di essere didascalici, ma creativi, vi penalizzerà quasi sicuramente.

Anche i **problemi tecnici **esigono la loro parte, per questo, non pensiate che la SEO sia solo copy, link building e keyword mapping. I problemi tecnici più comuni possono essere ad esempio:

  • Redirect erronei (come le catene di redirect o l’assenza di redirect, un redirect 302 anziché un 301 e via dicendo)
  • Contenuti duplicati o non intenzionalmente bloccati;
  • Errori nella versione mobile del sito;
  • Un tempo di caricamento pagina eccessivo.

Ottimizzate sempre i così detti “meta tag”, ormai facilmente modificabili dai CMS odierni:

  1. Il “title”, che secondo molti è il tag più importante all’interno di una pagina web, quello che fa da titolo alla pagina;
  2. La “meta description”, che è una descrizione del contenuto della pagina, visualizzata dall’utente con il “title”, dev’essere un capolavoro di micro copy perché è uno dei modi più concreti per attirare l’utente sul proprio sito;
  3. I meta tag “robots” che danno istruzioni utili in merito all’indicizzazione del sito o di una pagina del sito stesso, facendola indicizzare o meno.

Non abbassate il livello e la qualità dei vostri contenuti solo per inserire keyword o testi che possano attirare un pubblico generico, siate selettivi, mantenete sempre uno standard alto. E pubblicate sempre e solo contenuti originali, a Google non piacciono i doppioni.

Evitate la cannibalizzazione dei contenuti, **cercando di creare testi che abbianointenzioni di ricerca differenti**. In questo modo si amplia il cluster delle parole della tematica affrontata, senza competere per le stesse keyword.

Fate attenzione alle pagine di errore, come per esempio le 404, non farsi trovare non è mai una buona idea.

Sconsigliamo un uso smodato ed eccessivo di **internal link, **essi devono dare ai lettori la possibilità di navigare facilmente in altre sezioni pertinenti, non confonderli. Troppi link interni potrebbero essere controproducenti per l’utente e per il motore di ricerca.

Non accontentatevi di avere una strategia scadente per quanto riguarda la Link Building. La SEO Offline è una strategia curata e ben studiata, nei minimi dettagli. Se siete Advertiser o Publisher per alcuni siti, qui trovate la nostra nuova piattaforma, ReleVanty, un aiuto per mettere in comunicazione chi si occupa di Link Building.

Pensa come un utente

A livello di contenuti, ti consigliamo di pensare come se fossi tu l’utente. Come se stessi cercando tu qualcosa sul motore di ricerca e volessi evitare tutti i contenuti collaterali di scarso interesse.

A livello di ottimizzazione, pensa come se fossi Google. Cerca di farti trovare, non tralasciare nulla e non essere mai approssimativo.

ByTek si impegna costantemente a far sì che i siti dei nostri clienti possano crescere sempre, in maniera naturale e rispettando le regole della SEO, inseguendo uno standard qualitativo sempre maggiore. L’ultimo consiglio che possiamo darvi è di non lasciare mai nulla al caso. La SEO è studio e passione, contattaci se vuoi saperne di più.

Condividi questa pagina


Gli errori più comuni della SEO

giorgia schiappadori | 25 February 2020

News

Potrebbe interessarti anche

Siamo parte del gruppo

Datrix SPA
Insieme a

Innova insieme a noi

Condividi con noi i tuoi obiettivi e scopri come possiamo crescere insieme

© 2020 ByTek SRL - P. IVA: 13056731006 - REA: MI - 2562796 - Privacy Policy - Cookie Policy