Web Marketing

Brand e Personal Reputation Managment

Certificazioni

Brand e Personal Reputation Managment

A seguito di campagne mediatiche o avvenimenti incontrollabili, può succedere che il proprio nome o il nome dell’azienda, venga citato in giornali, blog e forum in modo non controllato. Queste citazioni portano spesso all’associazione del nome e del brand con altre entità non desiderate. Anche a valle della risoluzione del problema o della vicenda, spesso Google e gli altri motori di ricerca tendono a conservare queste informazioni e a presentarle agli utenti nel momento in cui cercano nome e cognome della persona in questione.

Le associazioni negative possono trovare posto in diverse sezioni del motore di ricerca

  • nei risultati di ricerca veri e propri (SERP di Google) – il caso classico, che vede link ad articoli e risorse non desiderate nella prima pagina dei risultati di ricerca relativi alla keyword [nome + cognome];
  • nei suggerimenti di ricerca (Google Suggest);
  • nelle ricerche correlate in fondo ai risultati di ricerca (Related Search);
  • nel box di approfondimento laterale (Knowledge Box).

Nel caso in cui la generazione di articoli non desiderati e di rumore intorno alla persona o al brand abbia terminato il suo corso, l’attività richiede generalmente un tempo variabile fra i 4 e gli 8 mesi. In caso contrario, l’attività si configura come un servizio mensile di miglioramento continuo e mitigazione dei risultati dell’attività della controparte.

Tutta l’attività di personal reputation si basa su un lavoro di sostituzione delle risorse “negative” con risorse “positive” che possano spingere almeno nella seconda pagina dei risultati di ricerca le prime.

In alcuni casi è inoltre possibile ricorrere alle vie legali per:

  • richiedere la rimozione di singoli articoli;
  • richiedere il “Diritto all’Oblio” a Google Inc., mediante la procedura dedicata.

L’attività di assistenza legale è sviluppata in partnership con lo studio legale Perani&Pozzi Associati.

Il lavoro di brand & personal reputation si articola in diverse fasi.

Fase 1. Assessment e pianificazione

Nella prima fase viene analizzata la situazione, identificando insieme al cliente:

  • i risultati di ricerca non desiderati nelle SERP di Google;
  • i suggerimenti di ricerca e le ricerche correlate non desiderate;
  • eventuali altre anomalie.

Sulla base degli obbiettivi di miglioramento, vengono selezionate un minimo di 10 risorse positive che possano rimpiazzare i risultati di ricerca negativi. Le 10 risorse possono essere: articoli di giornale a sentiment positivo o neutrale, digital property controllate, blog post a sentimenti positivo o neutrale, risorse istituzionali.

Qualora le property controllate non fossero abbastanza, è possibile pianificare l’apertura di nuovi profili e/o siti.

Le risorse vengono concordate insieme al cliente sulla base delle esigenze dello stesso e sull’effettiva potenzialità di tali risorse in termini di posizionamento sui motori di ricerca. Allo stesso modo vengono definite le ricerche correlate e i suggerimenti di ricerca desiderati.

Alla fine di questa fase viene elaborato un piano dettagliato di intervento.

Fase 2. Sviluppo delle nuove digital property e delle risorse

Al fine di far guadagnare autorevolezza alle risorse positive e sostitutive è tipicamente necessario sviluppare nuove digital property e/o profili social dedicati (es. profilo LinkedIn, profilo Google Scholar).

In questa fase vengono inoltre sviluppati articoli che conterranno link (collegamenti ipertestuali) alle risorse positive. Google attribuisce infatti molta importanza a quanto e come una risorsa viene citata, nel determinarne l’autorevolezza e quindi il “potenziale di posizionamento”.

Nel caso di attività più complesse, si può inoltre valutare di attivare software di tracciamento automatico delle conversazioni sui social. ByTek Marketing, grazie alla partnership con Your Future S.p.A., usa Tracx, uno dei più performanti software in questo ambito. Tramite Tracx è possibile controllare in ogni momento le citazioni sui social network per il proprio nome e avere una valutazione del sentiment basata su machine learning supervisionato.

Fase 3. Implementazione e monitoraggio

Una volta che tutto il sistema è pronto, si procede a lavorare sull’effettivo miglioramento della situazione su tre principali versanti:

  • ottimizzazione delle risorse controllate;
  • attività di digital PR sulle risorse positive: grazie a un network di diffusione di oltre 600 giornali e blog;
  • altre attività con tool di proprietà di ByTek Marketing, per il fine tuning e l’attività sulle ricerche correlate.

I risultati di ricerca vengono continuamente monitorati e viene prodotto un report a cadenza quindicinale.


Richiedi una consulenza gratuita

Chiamaci al +39 0761 17 10 848 oppure inviaci la tua email per essere ricontattato.